Piazza Madonna degli Aldobrandini 11/12r - Firenze | Per info & Prenotazioni +39 055 21 77 00

italiano / english

La nostra Storia

Prima del 1469

modeste case popolari

Prima del 1469, in questo luogo vi erano modeste case popolari, nelle quali si dice che fosse nato il pittore Giotto. Nel 1470 Niccolò Benci fece costruire una casa per la sua famiglia che, solo un secolo dopo assunse le forme e le dimensioni del palazzo odierno. Nel 1575 i Benci ne fecero decorare la facciata con affreschi, alla realizzazione dei quali partecipò anche il pittore Bernardino Poccetti.

Proprio per questo nello stesso anno il palazzo vinse un concorso che premiava le più belle facciate dipinte della città. Al pian terreno, dove ora vi sono i locali del ristorante “Il Porcospino” si possono ammirare pitture murali a calce, il che significa che presumibilmente furono eseguite in un secondo momento posteriore alla realizzazione della facciata esterna, probabilmente intorno al settecento. Nelle due sale interne si possono ammirare rappresentazioni allegoriche nella parte centrale del soffitto e soggetti bucolici nelle pareti laterali.

Tali affreschi sono accuratamente studiati nei minimi dettagli, come si può notare dalla vegetazione rigogliosa, dai putti che aleggiano in tutta la sala e dai vari tipi di volatili, in particolar modo i pappagalli rappresentati nei loro svariati colori.

L’ovvio intento del pittore era quello di ricreare nella sala, che probabilmente veniva utilizzata per ricevimenti e banchetti, una scenografia che rappresentasse una corte interna col giardino. Infine gli affreschi allegorici che si possono ammirare sul soffitto riportano due importanti citazioni dello stesso Dante Alighieri, riprendendo due passi di “Inferno” e “Purgatorio” della celebre Divina Commedia.

Cucina

Accoglienza ,Armonia, Bellezza e Qualità. Iniziate il vostro viaggio nel gusto delle prelibatezze della cucina tipica toscana a Firenze, il nostro personale è sempre a disposizione per guidarvi ed accompagnarvi nella scelta dei piatti.